About us

“Ital-IoT” is the first coworking-network of multidisciplinary research on the Internet of Things. The founders are young Italian lawyers, designers, computer scientists, engineers, philosophers, psychologists, economists, cultural mediators, project managers,marketers, e-commerce managers, and students. Along with the genuine multidisciplinarity of the group, its distinguishing characteristic is that Ital-IoT does not merely carry out theoretical research: it resolves the (legal, technical, societal, etc.) issues involved in the IoT in order to ensure a responsible deployment of the technology. Currently Ital-IoT is developing an app for mobile devices made by and targeted to the children.

 


 

Guido Noto La Diega

Guido NLDGeeky lawyer e collezionista di bastoni, nasco a Palermo nel 1985 e, dopo un dottorato in diritto privato presso la Scuola Dottorale Internazione in Diritto ed Economia “Tullio Ascarelli” (Universita’ Roma Tre – Universita’ di Palermo) e una visiting scholarship al Max Planck Institute for Innovation and Competition (Monaco di Baviera) con un progetto sulla natura della proprieta’ intellettuale, approdo a Queen Mary University of London come postdoctoral research assistant in cloud computing law. Anche nel contesto del Microsoft Cloud Computing Research Centre, conduco ricerche interdisciplinari insieme agli informatici del Computer Laboratory dell’University of Cambridge in materia di Internet of Things con particolare riguardo a contratti, responsabilita’ e protezione dei dati personali. Fra le mie passioni anche i robot (lavoro con i fellows del Nexa Center for Internet & Society del Politecnico di Torino a un progetto sui service robots), l’attivismo per i diritti umani (membro del comitato editoriale di “GenIUS – Rivista di studi giuridici sull’orientamento sessuale e l’identità di genere”) e la filosofia della scienza (nel comitato scientifico della rivista polacca “Semina Scientiarum”). Il mio impegno per la divulgazione della conoscenza si esprime anche nel lavoro come curatore per il Regno Unito della rivista “Diritto Mercato Tecnologia” e tramite le mie pagine Academia, LinkedInSSRN, Bepress e ResearchGate. Abilitato avvocato nel 2013, collaboro altresi’ con lo Studio legale Perrino & Associati (diritto commerciale, bancario, societario, fallimentare, proprieta’ intellettuale) e continuo a essere attivo presso l’Universita’ degli Studi di Palermo in veste di cultore della materia in diritto civile e diritto d’autore. Nel tempo libero, quando non sono impegnato a salvare il mondo da mafia, razzismo e omofobia, nuoto, pedalo e, per compensare, mi concedo i sordidi piaceri del sigaro e del whisky.
Per il profilo inglese v. http://www.law.qmul.ac.uk/staff/notoladiega.html

 


 

Fabio Chechile

fabioSono uno psicologo clinico che ha deciso di occuparsi di risorse umane: lo faccio per parte di un grande gruppo finanziario italiano. Lavoro in un team internazionale che gestisce la formazione per tutta l’azienda. Questo tipo di attività mi ha permesso di incontrare moltissime persone, provenienti da ogni angolo del globo.  Mi sono avvicinato alla IoT durante il mio percorso alla Istud Business School, dove ho perfezionato la mia conoscenza del mondo HR. Assieme al team di Ital-IoT sto scrivendo un testo divulgativo sull’argomento, adatto ai non professionisti. In un progetto parallelo, sto cercando di dare vita a un blog focalizzato sull’IoT, ma che offra contenuti su un più ampio raggio di contenuti appartenenti al mondo delle tecnologie. Prima di diventare cultore delle tecnologie ho lavorato per alcuni anni nel sociale. Ho cercato di salvare il mondo dai mali, nell’ordine, della droga, della violenza sulle donne e delle problematiche dei bambini a scuola.

 


 

Emanuele Terreno

emanueleAppassionato di fotografia e spettacolo, sono nato a Palermo nel 1990. Dopo la triennale in Disegno Industriale presso l’Università degli Studi di Palermo e un periodo di studio all’estero sotto il Progetto Erasmus LLP a Viana do Castelo (Portogallo) presso l’Instituto Politécnico de Viana do Castelo (IPVC), volo a Firenze nel 2013 per la Magistrale in Design. Conseguito anche questo titolo, mantengo vivi i miei rapporti con l’Universita’ degli Studi di Firenze in veste di cultore della materia in Visual e Communication design e partecipando attivamente ad iniziative interne come workshop internazionali e seminari. Mi occupo principalmente di Graphic & Communication design, con un particolare interesse verso il mondo del brand image e visual identity. Nel tempo libero mi autoconvinco che dovrei fare del sano sport,ma in verità preferisco perdermi per le strade della città fotografando ciò che mi circonda e gli attimi che vivo, per poter poi interagire con un’altra mia grande passione, Instagram.

Ital-IoT
Internet of (Made in Italy) Things